Educazione e Progetti

Educazione e Progetti

Per Italia Nostra Genova è essenziale la formazione delle nuove generazioni sui temi dei beni culturali, dell’ambiente, del paesaggio, perché solo con la conoscenza si può riconoscere il valore fondante del nostro patrimonio culturale.

Quindi conoscenza, patrimonio culturale, paesaggio e ambiente, cittadinanza attiva e responsabile, educazione alla partecipazione, sostenibilità ambientale, equità sociale, gioco e divertimento, sono le parole chiave dei progetti e concorsi proposti da Italia Nostra, a Genova come a livello nazionale, in collaborazione stretta con i Ministeri dell’Istruzione, Beni culturali e Ambiente, gli enti locali (Regioni, Province, Comuni), intellettuali del mondo della Cultura italiana e straniera.

Nuove opportunità di collaborazione tra Italia Nostra e il mondo della Scuola sono nate dalla Legge 107 / 2015. I riferimenti più interessanti in tal senso sono offerti da:

  • l’apertura della comunità scolastica al territorio;
  • gli obiettivi formativi, in particolare quelli delle competenze nella cultura musicale, nell’arte e nella storia dell’arte, ecc., nelle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica, nello sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e rispetto della legalità, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici e del patrimonio e delle attività culturali, nel potenziamento delle metodologie laboratoriali, nella valorizzazione della scuola intesa come comunità attiva aperta al territorio;
  • la centralità del POF, ora triennale, per la progettazione, programmazione e qualità della scuola;
  • nella necessità e importanza dell’aggiornamento dei docenti (commi 121 e 124), in quanto primi e principali interlocutori dei giovani nel loro percorso di istruzione e, insieme alle famiglie, di educazione.

Italia Nostra ha inoltre sempre prestato particolare attenzione alla valorizzazione del merito sia degli studenti come dei docenti e ne sono prova sia i Concorsi scolastici annualmente banditi che il coinvolgimento dei docenti nelle attività del Settore Educazione associativo.

Infine, da oltre un decennio Italia Nostra accoglie presso le proprie strutture studenti universitari in tirocini e stage formativi; attualmente è in esame, con l’aiuto dei funzionari del MIUR, la possibilità di accogliere anche studenti delle scuole superiori.

Le fasi dell’attività della ricerca-azione possono essere individuate in:

  • Corsi di formazione per i docenti

Per la costruzione condivisa di percorsi didattico-formativi, saranno organizzati per i docenti corsi di formazione “decentrati” in tutto il territorio nazionale, presso le sedi delle sezioni referenti, tra il novembre 2015 e marzo 2016. Il corso si svolgerà parte in presenza e parte in modalità blended, per un totale complessivo di 24-32 ore, anche in funzione delle specificità locali. I corsi prevedono relazioni di esperti, attivazione di gruppi di lavoro interdisciplinari, attività laboratoriali, esemplificazioni di buone pratiche e di ricerca delle fonti documentarie, bibliografiche e museografiche, anche in funzione delle specificità locali.

  • Definizione dell’obiettivo

Formazione di un elenco/catalogo dei centri storici, dei beni culturali e paesaggistici per una ricerca sul loro valore e significato, sulle trasformazioni e/o alterazioni, sulle possibilità e sul significato della loro tutela e valorizzazione;

  • Riconoscimento delle conoscenze-competenze necessarie per la ricerca

Analisi dei prerequisiti necessari per lo svolgimento delle attività (sappiamo fotografare?, sappiamo leggere una carta topografica?, sappiamo valutare l’attendibilità delle fonti documentarie? …), eventuali azioni di rinforzo, eventuale ridefinizione dell’obiettivo;

  • Attività di ricerca:
  • inquadramento generaledel territorio sul quale insiste l’indagine (notizie storiche, riferimenti letterari, iconografia storica);
  • analisi dell’ambito territoriale e degli elementi caratterizzanti il paesaggio urbano / il bene culturale;
  • acquisizione delle documentazioni dalle diverse fonti (mappe, planimetrie, rappresentazioni, documentazione, …) e loro sistematizzazione;
  • acquisizione di dati diretti relativi all’oggetto della ricerca (rilievo metrico, rilievo fotografico, testimonianze, …) e loro sistematizzazione; confronto con le fonti documentarie;
  • redazione di una scheda storico-descrittiva: per la conoscenza e l’interpretazione dell’oggetto di indagine e dei suoi elementi di connotazione naturali ed antropici (chiese, abitazioni, complessi monastici, giardini storici, strade e piazze, corsi d’acqua, alberate ecc.)
  • Produzione di elaborati e proposte (educare per valorizzare e riqualificare)

Perché l’attività non resti fine a se stessa, Italia Nostra propone ai docenti e agli studenti di realizzare un prodotto conclusivo rivolto all’esterno (presentazione del centro storico /bene culturale indagato; proposta di un itinerario culturale per la sua conoscenza e fruizione; realizzazione di azioni concrete a favore della tutela e valorizzazione del bene). La produzione di elaborati trova diretta corrispondenza nei materiali e nelle tecniche che gli insegnanti avranno ritenuto più opportuni.

  • Confronto e verifica conclusiva (valutazione)

Realizzazione di mostre, pubblicazioni, seminari, iniziative di animazione territoriale per presentare le attività e i risultati della ricerca alla comunità scolastica, al territorio ed ai rappresentanti delle amministrazioni e degli enti.

at tempus felis porta. dictum in ut Sed eget nec Aliquam mi,